Posts tagged ‘loredana lipperini’

gennaio 15, 2011

pronti alla resa

di Loredana Lipperini [da La Repubblica 14 gennaio 2010 e da Lipperatura]

Settecentoventi ore, trenta giorni. I più pessimisti dimezzano a quindici. In Italia, il ciclo vitale di un libro equivarrebbe a una meteora. Negli ambienti editoriali se ne parla da diverso tempo: all’inizio dell’autunno furono i piccoli editori del Festival di Belgioioso a denunciare che l’esistenza di un romanzo o di un saggio stava diventando effimera come quella di una farfalla: se entro un mese non vende, si restituisce all’editore. Le cause? “Troppa offerta, ma soprattutto poco curata: occorre più attenzione a quello che si pubblica, la quantità non è negativa di per sé – sostiene Paolo Pisanti, presidente dell’Associazione Librai Italiani- Comunque, sessantamila novità l’anno sono una cifra incredibile rispetto a qualsiasi categoria merceologica, e senza soluzione di continuità. Un pasticcere sa che ci sono i momenti più impegnativi, come il panettone a Natale e la colomba a Pasqua. Noi non abbiamo pause. Non possiamo far altro che sostituire le quasi-novità con altre novità”. Tutto, dunque, si giocherebbe nell’arco di una manciata di giorni: non è troppo poco? “No. Perché per fare spazio ai nuovi arrivi abbiamo bisogno di liberare i magazzini, e prima ancora di passare dalla vetrina al banco e dal banco allo scaffale: ci sono tempi tecnici, e tempi finanziari. I pagamenti all’editore avvengono mediamente a novanta giorni. Se voglio fare un’operazione economicamente valida, devo vendere i libri prima di pagarli, ma in tempi così brevi è difficilissimo. Dunque, diventa antieconomico tenere un libro che stenta a decollare più di venti-trenta giorni: se fosse possibile pagare solo quello che si vende, o avere termini di pagamento più lunghi, le cose andrebbero diversamente. Infine, i numeri sono cresciuti troppo. Quindici anni fa un best-seller vendeva centomila copie: oggi, per essere tale, deve venderne un milione. Favorire un gruppo ristretto di autori danneggia il pluralismo della diffusione: sembra un paradosso, ma l’Italia non è il paese dei best-seller”.

read more »

Annunci
agosto 8, 2010

devastante o necessaria?

di Loredana Lipperini [La Repubblica – 7 Agosto 2010 ]

(…) Devastante o necessaria? La discussione sulla legge Levi che limita gli sconti per il libro al 15% è stata fieramente osteggiata da un gruppo di editori, autodenominatisi Mulini a Vento. Ovvero, fra gli altri, Voland, Nottetempo, Minimum Fax, Instarlibri, MarcosyMarcos, Sellerio, Donzelli. Che ora hanno aperto un blog, leggesulprezzodellibro.wordpress.com. Intervengono tutti gli addetti ai lavori, dai librai agli editori ai semplici lettori. Da seguire, giorno dopo giorno