Posts tagged ‘librai indipendenti’

settembre 13, 2012

la legge Levi compie un anno

La legge Levi, che regolamenta sconti e promozioni sul prezzo del libro, allo scopo di garantire la pluralità del mercato e la bibliodiversità, oltre che la vita di editori e librai indipendenti, compie un anno. Poiché la legge prevedeva una verifica dopo dodici mesi, il 25 settembre ci sarà un incontro alla Camera dei Deputati di rappresentanti della Commissione Cultura, di editori e di librai, per discutere del suo funzionamento durane questo anno. Chiediamo agli editori e ai librai indipendenti che ci hanno accompagnato nella battaglia per migliorare e attuare questa legge di darci esempi del suo funzionamento, degli effetti positivi, delle trasgressioni e di possibili miglioramenti.

Roma – Camera dei Deputati – Sala del Mappamondo, 25 Settembre 2012 – ore 10.30
Ad un anno dall’approvazione della legge sul prezzo dei libri

APERTURA DEI LAVORI
On. Manuela Ghizzoni, Presidente della VII Commissione

INTERVENTI
Aldo ADDIS (Libreria Koiné), Martin ANGIONI (Amazon), Ginevra BOMPIANI (Nottetempo), Alessandro BOMPIERI (RCS), Riccardo CAVALLERO (Mondadori), Marcello CICCAGLIONI (Arion), Teresa CREMISI (Flammarion), Federico ENRIQUES (Zanichelli), Gian Arturo FERRARI (Centro per il libro e la lettura), Alberto GALLA (ALI), Dario GIAMBELLI (Feltrinelli), Giovanni Ulrico HOEPLI (Hoepli), Giuseppe LATERZA (Laterza), Stefano MAURI (GeMS), Stefano PARISE (AIB), Marco POLILLO (AIE), Antonio SELLERIO (Sellerio)

Coordina l’incontro Marino SINIBALDI

INTERVENTO CONCLUSIVO
Dott. Paolo Peluffo, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega all’informazione e all’editoria

L’incontro è aperto a tutti e, in particolare, a tutti GLI EDITORI purché, nel rispetto delle procedure di accesso alla Camera, si siano preventivamente registrati.

dicembre 11, 2010

13 dicembre. Milano. Riunione AIE.

de i Mulini a vento

Caro amico editore,

i Mulini a vento sono un gruppo di editori indipendenti italiani che negli ultimi mesi ha cercato di sensibilizzare attraverso una serie di eventi, convegni, comunicazioni, stampa e attraverso questo blog, gli editori e i librai indipendenti, i professionisti del settore editoriale, e le istituzioni (a partire dalle associazioni di categoria come AIE e ALI), riguardo le politiche di sconto e le politiche legislative sul libro.

Intorno al loro primo appello, i Mulini a vento hanno raccolto centinaia di amici editori, librai, intellettuali, lettori.

Lunedì 13 ci sarà la riunione dell’AIE a Milano. Le questioni in gioco sono fondamentali a cominciare dalla legge sul prezzo del libro e dalle modifiche allo statuto AIE.

Dobbiamo essere in tanti.

Dunque, se sei un socio AIE ma non hai intenzione di partecipare alla riunione di lunedì a Milano, (ci) firmeresti una delega a rappresentarti?

La delega, firmata e con il timbro dell’editore, va spedita entro lunedì 13 alle 9 al numero di fax 02 79 89 19.

Per tutte le notizie riguardanti i Mulini a vento, le iniziative, le discussioni, gli aggiornamenti, i contatti, visita il nostro blog.

novembre 3, 2010

i librai indipendenti alla battaglia per sopravvivere

di Giuseppe Culicchia [da La Stampa – 3 novembre 2010]

In un panorama editoriale come quello italiano, caratterizzato dalle guerre che contrappongono i grandi gruppi e dalla contestuale lotta per la sopravvivenza degli editori indipendenti, solo una vecchia battuta riusciva fino a ieri a mettere tutti d’accordo: «I librai si lamentano sempre». Poi però nel 2009 sei editori indipendenti (Instar Libri, Iperborea, Marcos y Marcos, Minimum Fax, Nottetempo, Voland) hanno dato vita ai Mulini a Vento con l’idea di arrivare all’approvazione di una legge che regolamentasse la questione dello sconto (sia al pubblico sia al rivenditore), come già accade in Francia o in Germania. E quando l’onorevole Ricardo Franco Levi ha presentato alla Camera la sua legge sul libro, che secondo i Mulini a Vento è insufficiente, i sei si sono trovati a condividere la stessa battaglia non solo con numerosi altri colleghi, ma anche con un certo numero di librai a loro volta indipendenti.

read more »

ottobre 25, 2010

12 Ottobre 2010, ore 12. Audizione.

Il 12 ottobre 2010 alle ore 12 la VII commissione permanente  (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) del Senato, impegnata nella discussione sulla legge sul prezzo del libro, ha convocato in audizione un gruppo di editori e librai indipendenti per illustrare la posizione di tutti coloro che vogliono fortemente che questa legge sia modificata.

Alle undici, la stessa commissione aveva ascoltato in audizione il presidente dell’AIE Marco Polillo, il presidente dell’ALI Paolo Pisanti e Rodrigo Dias, già presidente ALI e titolare della Libreria Croce (Roma).

Il gruppo che si presentava per la proposta di modifica della legge era composto da Alessandro Alessandroni, (Libreria Altroquando, Roma), Ginevra Bompiani (edizioni nottetempo), Marco Cassini (minimum fax), Daniela Di Sora (Voland edizion), Carmine Donzelli (Donzelli editore), Mattia Formenton (Il Saggiatore), Domenico Pellicanò (Presidente delle Librerie Coop), Antonio Sellerio (edizioni Sellerio). Mancavano purtroppo, perché il loro treno da Torino era stato bloccato, Anita Molino (presidente di Fidare), e Rocco Pinto, (Libreria La Torre di Abele, Torino).

read more »

luglio 30, 2010

la cultura del saldo

di Alessandro Assiri [da Nazione Indiana]

La piccola media libreria per essere esistita sin qui, gia da tempo è stata identificata attorno alle specializzazioni che si è saputa ritagliare. Proporre qualità e competenze è l’unica salvezza e distinzione dalla cultura del saldo. Credo sia necessario puntare sulle opportunità di incontri, sulle possibilità di far ascoltare voci all’interno dei propri spazi e far essere le nostre librerie punti di dibattito e confronto, spesso, diciamolo i primi a farsi irretire dal bollino rosso siamo stati noi, in qualunque veste, librai o consumatori.
La qualità della lettura è più soffocata dalla ridondanza delle uscite che non dalle promozioni.

[bocù libreria, verona]