prendiamoci tutto!

Vogliamo la legge perché equilibria il mercato dei libri, perché ne salva la ricchezza e molteplicità, perché permette la sopravvivenza di librai e editori, e dunque la sopravvivenza del iibro. Vogliamo la legge perché il libro non è una merce in liquidazione, perché il libro è già il prodotto più economico sul mercato, perché gli sconti condizionano e truffano i lettori. Vogliamo tutti la legge. Ma fino all’ultimo vogliamo godere della sua assenza! Ah, come siamo italiani!

Arriva la legge sul libro: ultimi giorni di sconti superiori al 15%

Gentile Cliente,

ti ricordiamo che dal 1° settembre entrerà in vigore la legge sul libro che prevede non possano essere più effettuati sconti superiori al 15% sul prezzo di copertina, tranne poche eccezioni (tra di esse le campagne promosse dagli editori col limite del 25% e le promozioni sui titoli invenduti da tempo).

Il Fuori tutto è l’ultima occasione per acquistare i libri che desideri con sconti anche superiori al 15% e fino al 50%!

Non perdere quest’opportunità!

Ultimi giorni per approfittare del fuori tutto!

IBS taglia i prezzi fino al 50% su 100.000 libri in pronta consegna (indicati nel sito con la scritta 24 ore o Disponibilità immediata).

Inoltre, potrai scegliere anche tra migliaia di DVD, Blu Ray, CD e videogiochi disponibili immediatamente a prezzi scontati fino a -75%!

L’offerta è valida fino al 30 agosto.

Gentile CLIENTE,

dal 1° settembre 2011 entra in vigore la nuova legge sul prezzo del libro definitivamente approvata dal Senato il 20 luglio u.s. per cui non sarà più consentito a nessuno, salvo poche eccezioni concordate con gli editori, di praticare al pubblico uno sconto superiore al 15%.

Perciò approfitta degli ultimi 10 giorni di promozione

fino a mercoledì 31 agosto

solo per i possessori della nostra tessera sconto del 25% su tutti i titoli presenti in libreria

visita il sito www.libreriacroce.it

Vi aspettiamo
Libreria Croce

Annunci

6 commenti to “prendiamoci tutto!”

  1. “Ah, come siamo italiani!”.

    No, semplicemente siamo razionali, anziché fessi.

    Nessuno acquista un bene a prezzo intero quando può acquistarlo scontato. Così funziona il libero mercato.

    Certamente non ho intenzione di posticipare eventuali acquisti dopo il 1 settembre, quando entrerà in vigore una legge che considero stupida, dannosa ed iniqua.

  2. in questi giorni ho acquistato molti libri scontatissimi su Amazon. Prossimamente, mi recherò in libreria solo per “guardare” e sfogliare dei libri che poi acquisterò on-line.
    Questa legge non ha senso da qualsiasi parte la si analizzi. I librai-bottegai che si proclamano difensori della cultura sono patetici e io li boicotterò.

  3. Credo che chi sta dietro a questa pagina poteva risparmiarsi questa boutade.
    “Come siamo italiani” dovreste dirlo a voi stessi voi che avete ottenuto questa legge stupida e corporativistica: andate a proporla a Obama, e gli scoppi di risa si sentirebbero fin qui.
    Se pensate di avere vinto la vostra battaglia, almeno abbiate due briciole di creanza e non irridete il lettore, che dovreste considerare una risorsa e non una vacca da mungere.
    In ogni caso non considero certo offensiva la parola “italiano”, e se questo significa essere capaci di consumo critico e scegliere le occasioni vantaggiose (per me, non per altri) allora mi considero arcitaliano e fiero!

  4. a tatranky

    nel giro di poco non avrai più nemmeno una libreria dove recarti a “guardare”, perchè se guardi e non compri mai la libreria non avrà più soldi per l’affitto, gli stipendi, le bollette, la carta regalo per i pacchetti che vuoi quando ti servono, i sacchetti, e nemmeno per comprare ed esporre dei libri che potrai sfogliare a tuo piacimento senza che nessuno ti disturbi tentando di convincerti con dei banner colorati a comprare ciò che ti vogliono far comprare, che conviene a loro, e non a te.

  5. @ libreria palomar: vedo che non avete capito il senso del mio post. Se pensate di salvare le librerie puntando sulla “paura dell’estinzione” e/o con leggi lobbiste, beh i vostri tentativi andranno in fumo e ve lo sarete meritato Non insultatemi: non ho mai comprato un libro per via del prezzo basso o del banner colorato. E comunque, visto che predicate la difesa di questi sacri valori, voi librai rifuggite i supermercati, i sottocosto, i contratti capestro dei dipendenti? Salvate il negozio sotto casa, il piccolo artigiano? Al di là della retorica, le librerie spesso non sono all’altezza del loro compito culturale, essendosi i librai rinchiusi in una torre d’avorio…

  6. boh. Io ho fatto l’ultimo acquisto serio con amazon proprio (e sfruttando) l’offerta. 200 euro di libri (al posto dei 300 con il prezzo pieno). Nel calderone non ho comprato “best-sellers” (a meno che i “Principi di Poliquin” o “Vita di Thomas Merton” siano tali), e come li ho scelti? Internet, ho letto recensioni e suggerrimenti presenti su forum e siti. Non credo che il libraio sotto casa mia mi sarebbe potuto tornar utile (cosa mi avrebbe risposto alla domanda “Quale libro per principianti del body-building ha da consigliarmi?).
    Ah, per il confronto con i negozi sotto casa: al 90% vado nei supermercati (prezzi più bassi), quando vado nei negozietti?
    Prezzi più bassi (recentemente mi hanno aperto un negozio di frutta, collegato direttamente con una cooperativa siciliana e ha prezzi bassi e frutta buona)
    Prodotti particolari e buoni (es le rosticcerie).

    Danneggio la varietà del mercato? Probabilmente, ma siccome a me i soldi non me li regala nessuno…….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: