ci scrive [Sandra Petrignani]

Aderisco con convinzione perché credo che avere una Legge sul Libro non significhi niente (anzi potrebbe persino essere negativa) se non sarà una BUONA Legge sul Libro. E penso che una buona legge sul libro debba tener conto delle variabili (ben descritte nella lettera firmata da molti “ piccoli” ma importanti editori italiani). Per fare una buona legge è essenziale ascoltare le voci dei diretti interessati (editori, autori e soprattutto librai indipendenti) che in questo momento pagano pesantemente lo strapotere del gruppo Mondadori. Ritengo che la vivacità della cultura in un paese libero si misuri non dalla quantità di libri che si vendono, ma dalla qualità dei contenuti e non reputo colto un paese in cui voci minoritarie, che non si adattano alla logica del gusto dominante e del più commerciale, sono sistematicamente ignorate dal sistema perverso e clientelare dei grandi gruppi che possiedono i giornali che contano, occupano militarmente i posti in libreria, si accaparrano i premi che incidono sulle vendite.

Annunci

3 Responses to “ci scrive [Sandra Petrignani]”

  1. Grazie, Sandra. Noi piccoli abbiamo bisogni della voce autorevole di Voi Autori.

  2. lA GUERRA DEGLI SCONTI SUI LIBRI HA PORATO, IN REALTA’, AD UN DEPREZZAMENTO DEL LIBRO, AD UNA PERDITA DI VALORE.
    IN ALCUNI LUOGHI I LIBRI SONO UN CESTONE TUTTI AMMASSATI!!!
    SALVIAMO LA CULTURA DELLA QUALITA’

Trackbacks

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: